Sono partiti i lavori di consolidamento e risanamento conservativo del ponte Perilli sul fiume Misa a Senigallia.
Un intervento ritenuto fondamentale dall’Amministrazione comunale a causa del grave degrado strutturale del ponte, soprattutto a causa della recente alluvione. L’impresa esecutrice è l’Edra Costruzioni di Senigallia che si è aggiudicata la gara d’appalto per un importo di circa 580 mila euro e che entro quattro mesi completerà l’opera.
Il ponte “Perilli” è lungo 40 metri e largo 10 metri. E’ costituito da impalcati con travi in cemento armato ad armatura lenta disposti su tre campate con schema di trave a semplice appoggio. Oltre agli interventi strutturali, verranno eseguite diverse tipologie di lavori.
Il Ponte “Perilli”, sul Fiume Misa, unisce Via Sanzio con Viale Bonopera. Si tratta di strade traversa interna della Statale 16 Adriatica, e quindi soggette ad un intenso traffico veicolare. E’ stato dunque necessario predisporre un piano scrupoloso per la deviazione della viabilità.
Il traffico di scorrimento viene deviato sulla complanare, mentre è stato istituito il divieto di transito sul ponte di via Sanzio e la statale Adriatica è stata interrotta tra il semaforo della Penna (quello nei pressi della Rotonda a Mare) e l’intersezione con via Annibal Caro. Il sottopasso di via Perilli resterà ovviamente chiuso al traffico per l’intero periodo dei lavori.

Post precedente

RACCOLTA BOJANI PALAZZO BRUNORI CORINALDO

Post succesivo

AGRISVILUPPO, DAL GIO NUOVE OPPORTUNITA'

Fabio Girolimetti

Fabio Girolimetti

Nato a Senigallia nel maggio 1968, giornalista pubblicista dal 1992, a 25 anni diventa direttore responsabile di Radiomania. Specializzato nello sport, per anni effettua radiocronache e telecronache, oltre a condurre trasmissioni di diverso genere sui principali media marchigiani. Collabora con La Gazzetta di Ancona, Raitre sede regionale delle Marche, gestisce prestigiosi uffici stampa, organizza e presenta importanti eventi. Dal 1996 fonda con Ciro Montanari l’agenzia Nerosubianco, della quale oggi è amministratore unico.

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *