Dopo l’assemblea ordinaria dei soci, che si è tenuta un mese fa con l’approvazione di un eccellente bilancio 2020, la Banca di Credito Cooperativo di Pergola e Corinaldo guarda avanti con la progettazione del piano strategico del prossimo triennio, che è stato deliberato lunedì scorso dopo una attenta analisi degli scenari, economici ma anche sociali. Il piano 2021-2023 è stato redatto seguendo le linee strategiche dettate dalla capogruppo nazionale Iccrea, ma al contempo si ispira fortemente all’articolo 2 dello Statuto dell’istituto di credito pergolese, che recita testualmente: “la banca ha lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazione, l’educazione al risparmio e alla previdenza, nonché la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio nel quale opera.” Un impegno importante, dunque, che la Bcc di Pergola e Corinaldo intende perseguire con la consueta determinazione.

Diversi i punti sviluppati nel piano strategico, nel quale si ufficializza l’apertura di una nuova filiale a Gualdo Tadino (la seconda in Umbria, dopo quella di Gubbio) che avverrà tra pochi mesi, mantenendo anche tutti gli altri sportelli attualmente operativi. Un fatto tutt’altro che scontato, in un periodo in cui molte banche decidono di “tagliare” il numero di filiali. Si parla poi dei tassi sugli impieghi, stimati sui livelli attuali per tutto il prossimo triennio, a dimostrazione della volontà di sostenere famiglie e imprese in un momento delicato come quello attuale.

Un altro punto programmato riguarda poi la “qualità” del credito: l’obiettivo dichiarato è di ridurre il credito deteriorato lordo di circa 13 milioni di euro e di raggiungere un grado di copertura dei crediti in sofferenza pari all’81,7%, obiettivi che, qualora raggiunti, determineranno un’incidenza del credito deteriorato, al netto dei fondi di svalutazione, pari al 3,72% del totale crediti.

Infine, la previsione parla di un utile nel triennio di circa 9 milioni e 700mila euro, da destinare prevalentemente in due capitoli: il 90% al miglioramento della – peraltro già ottima – solidità patrimoniale della banca, arrivando a fine 2023 ad un indice CET1 stimato al 29,8%, e oltre 600 mila euro al fondo di beneficienza e mutualità, insieme ai circa 400 mila euro di spese di rappresentanza da utilizzare per iniziative a sostegno del territorio.

Post precedente

TRASMISSIONE NEROSUBIANCO DEL 6 GIUGNO 2021

Post succesivo

TRASMISSIONE NEROSUBIANCO DEL 13 GIUGNO 2021

Fabio Girolimetti

Fabio Girolimetti

Nato a Senigallia nel maggio 1968, giornalista pubblicista dal 1992, a 25 anni diventa direttore responsabile di Radiomania. Specializzato nello sport, per anni effettua radiocronache e telecronache, oltre a condurre trasmissioni di diverso genere sui principali media marchigiani. Collabora con La Gazzetta di Ancona, Raitre sede regionale delle Marche, gestisce prestigiosi uffici stampa, organizza e presenta importanti eventi. Nel 1996 fonda con un altro socio l’agenzia Nerosubianco, della quale oggi è amministratore unico.

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *