La BCC di Pergola e Corinaldo conferma il suo impegno in tema di sostenibilità. A seguito del forte impulso dato in questa direzione dalla Capogruppo Iccrea Banca, anche quest’anno la banca ha infatti messo a punto il proprio piano in materia. L’ambito è quello ormai ampiamente sperimentato a livello internazionale dell’ESG, ovvero con tre aree: ambiente (environmental), sociale e della governance. In tutti e tre i settori, l’istituto di credito pergolese vuole dare risposte semplici e concrete, che abbiano un loro effettivo riscontro a beneficio anzitutto dei propri territori di competenza. In prima fila c’è l’ambiente: la banca proseguirà sul solco già tracciato nel piano redatto lo scorso anno, puntando ad una riduzione dei consumi di energia, quindi di emissioni. Lo farà, nella pratica, con l’efficientamento energetico di una delle sue filiali, della sala riunioni e di tutta l’illuminazione esterna della sede centrale di Pergola. Altro intento, quello riguardante il consumo di materie plastiche, che si prevede di limitare grazie all’installazione nelle filiali di erogatori di acqua. Un ulteriore punto del piano da continuare a perseguire è quello della riduzione del consumo di carta, ricorrendo ad un sempre maggiore utilizzo dei sistemi digitali. Per quanto riguarda la carta che sarà comunque necessario utilizzare, ci sarà per completo il passaggio a materiale riciclato.
Passando alla lettera “S” di sociale, nell’anno in corso saranno organizzati dalla banca due programmi di educazione finanziaria destinati alle nuove generazioni: uno sarà infatti rivolto ai bambini della scuola primaria, l’altro ai ragazzi della secondaria di primo grado. In questo ambito, sono già stati presi contatti con una Fondazione che cura e sviluppa questo tipo di percorsi formativi. C’è poi l’aspetto della cosiddetta “inclusione finanziaria”: in condivisione con il Gruppo, verranno conclusi accordi per sensibilizzare verso il microcredito a livello imprenditoriale e sociale e per la lotta al fenomeno dell’usura. Per quanto concerne il “terzo settore”, in seno al Consiglio di amministrazione si sta ragionando sulle modalità più opportune per accompagnare le associazioni no profit clienti dell’istituto sulle piattaforme di crowdfunding. In pratica, la banca si propone di assistere le stesse associazioni nella non sempre semplice esperienza di ricerca fondi necessari per svolgere le proprie attività.
Infine la governance, che passa attraverso una stretta formazione di tutto il personale e dei vari esponenti aziendali volta a creare una vera e propria cultura della sostenibilità. C’è poi il fronte delle piccole e medie imprese, anch’esse interessate ad una transizione verso la sostenibilità, e anche in questo ambito la BCC di Pergola e Corinaldo intende offrire un servizio di screening in materia ESG, al fine di reindirizzare le strategie delle PMI verso appunto una transizione ecologica e sostenibile. Il tema all’interno dell’istituto viene considerato di fondamentale importanza, tanto che per portare avanti le politiche del settore sono state individuate figure di responsabilità diretta: lo scorso anno era già stato nominato un “ESG ambassador” individuato tra uno dei dipendenti, percorso completato nei giorni scorsi con la nomina del delegato alle tematiche della sostenibilità all’interno del Consiglio di amministrazione, per il quale i consiglieri hanno indicato il Presidente Fabio Vernarecci. “Le trasformazioni sociali ed ambientali sono tematiche da tempo all’attenzione di tutti ma, soprattutto negli ultimi anni e con gli ultimi tragici eventi, hanno assunto un rilievo fondamentale. Con un termine ormai abusato coinvolgono tutti a 360 gradi e quindi si intersecano quotidianamente con l’attività bancaria, specialmente per la forte valenza socio-territoriale di un istituto locale come il nostro. La delega che il CdA mi ha assegnato conferma il forte impegno che caratterizzerà il prossimo futuro nel coinvolgere e sensibilizzare soci, clienti e soprattutto le imprese presenti nel territorio. A questo scopo rafforzeremo l’attività di divulgazione e sensibilizzazione soprattutto verso chi crea lavoro e occupazione, come già fatto nella scorsa primavera a Senigallia, per accompagnare gli imprenditori verso la sostenibilità che entrerà sempre più frequentemente nella valutazione del merito creditizio.”

Nella foto: la sede centrale della banca

Post precedente

TORNEO NAZIONALE CALCIO A 5 BCC: BENE PERGOLA CORINALDO

Post succesivo

TRASMISSIONE NEROSUBIANCO DEL 4 GIUGNO 2023

Fabio Girolimetti

Fabio Girolimetti

Nato a Senigallia nel maggio 1968, giornalista pubblicista dal 1992, a 25 anni diventa direttore responsabile di Radiomania. Specializzato nello sport, per anni effettua radiocronache e telecronache, oltre a condurre trasmissioni di diverso genere sui principali media marchigiani. Collabora con La Gazzetta di Ancona, Raitre sede regionale delle Marche, gestisce prestigiosi uffici stampa, organizza e presenta importanti eventi. Nel 1996 fonda con un altro socio l’agenzia Nerosubianco, della quale oggi è amministratore unico.

Nessun Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.